IGIENE ORALE

IGIENE ORALE PROFESSIONALE

Si distingue dall'igiene orale domiciliare in quanto eseguita nell'ambulatorio odontoiatrico periodicamente.    Nell' igiene domiciliare il paziente esegue lo spazzolamento dei denti quotidianamente allontanando la placca batterica con l'ausilio dello spazzolino e del filo interdentale almeno 3 volte al giorno.    Nell' igiene professionale si ha la rimozione del tartaro e la cura dei tessuti gengivali ad opera dell'odontoiatra stesso o dell'igienista dentale.      La rimozione del tartaro NON PUO' ESSERE ESEGUITA, per ragioni tecniche, DAL PAZIENTE!   Il tartaro sopragengivale si localizza solitamente sulle superfici dentali situate nei pressi degli sbocchi delle ghiandole salivari.  Il tartaro sopragengivale ha un colore giallastro che può essere alterato in caso il paziente assuma sostanze come thé o caffè, oppure se sia un fumatore. A causa dei processi infiammatori che si verificano nel parodonto marginale, il tartaro subgengivale è generalmente di colore scuro.   Le concrezioni possono essere presenti su singole superfici, oppure su tutti i denti.   La rimozione meccanica del tartaro e della placca costituisce il fulcro del trattamento delle malattie infiammatorie a carico del parodonto.  L'asportazione del tartaro può essere effettuata con strumenti ablatori manuali o mediante ablatori ad ultrasuoni dotati di punte che replicano la forma degli strumenti manuali.  Attraverso la punta, le oscillazioni ad alta frequenza si trasmettoni alle concrezioni presenti sui denti disgregandole e staccandole dalla base. 

QUANDO INIZIARE?    Mentre per l'igiene e la prevenzione orale domiciliare il momento di inizio è praticamente coincidente con la nascita, non c'è un'epoca precisa in cui iniziare i trattamenti professionali. Si consiglia una visita di controllo a partire dai 6 anni al fine di valutarne l'opportunità.

FREQUENZA    A seconda della soggettiva necessità sarà l'odontoiatra a valutare la necessità di eseguire trattamenti semestrali o annuali di rimozione del tartaro e a consigliare gli appropriati mezzi di prevenzione e controllo.